Una valigia per tre: 5 consigli per viaggiare leggeri, anche con i bambini

viaggiare leggere con i bambini mammamiki

Quante volte ci siamo trovate nella situazione di doverci sedere sulla valigia per poterla chiudere, pesare il bagaglio per non pagare extra da capogiro in aeroporto, oppure ancora trovarci a viaggiare con millemila borse, borsine, e borsone perché “non si sa mai“?

Tra pochissimo finalmente partiremo per una settimana di vacanza ed abbiamo scelto, per la prima volta, di viaggiare in treno. Un regionale ci porterà a Milano, il treno veloce fino a Napoli e da li prenderemo un aliscafo per raggiungere Ischia.

Quindi, va da sé, che quest’anno più che mai, dovrò concentrarmi sull’essenziale da mettere in valigia riuscendo però a non dimenticare nulla a casa. Ho deciso che riempirò solo una valigia: siamo in due adulti con bimbetta, uno con il bagaglio e l’altro col passeggino. Insomma, vorrei evitare scene imbarazzanti da “Mamma ho perso l’aereo“.

Questi sono alcuni dei consigli che mi sento di darti e che sicuramente applicherò anche io!

 

viaggiare leggere con i bambini mammamiki

5 consigli per viaggiare leggeri, anche con i bambini

 

1. Ogni volta che decidi di infilare in valigia qualcosa, chiediti “mi serve davvero”?

Ad esempio: 5 costumi a testa… ti assicuro che ne bastano 2, se proprio vuoi esagerare fanne 3. Se starai fuori casa tutto il giorno, trascorrerai la giornata con indosso sempre lo stesso.. Puoi però mettere in borsa un costume in caso volessi farti l’ultimo bagno in mare prima di metterti in auto e rientrare in albergo… La sera poi li laverai e li stenderai sul balcone, la mattina saranno asciutti e pronti per una nuova giornata.

 

2. Uno shampoo per tutti (ma non solo quello)

Scegli uno shampoo delicato, di quelli “senza lacrime“. Sarà perfetto per districare i capelli insabbiati di tua figlia, ma anche i tuoi. Ti assicuro che i prodotti per bambini sono ottimi anche per mamma e papà. Ovviamente non solo lo shampoo, anche la crema doposole, la crema viso… insomma, scegli prodotti che possono essere usati anche dai più piccoli, eviterai mille flaconi sparsi in valigia.

 

3. Scegli l’outfit giusto

Quando scegli tutti i vestiti da portarti in vacanza, cerca di fare sempre gli abbinamenti prima di partire, ti ritroverai già con gli outfit pronti senza dover stare a pensare se quella maglietta si intona al gonnellone! Inoltre, cosa fondamentale, considera quanto e come potresti sporcarti… Quindi magari evita il pantalone bianco che, si, è vero, ci sta una meraviglia con il colore dell’abbronzatura ma difficilmente lo potrai indossare per due giorni di seguito!

 

4. Dividi gli abiti per “categoria”

Nella mia valigia ci saranno tre categorie di abiti (ovviamente con pochissimi pezzi per ciascuna) Abbigliamento da spiaggia: un copricostume, un camicione, un mini abito, puoi scegliere quello che preferisci ma ti assicuro che uno basta e avanza. Lo indosserai nel tragitto casa-spiaggia e viceversa. Pensi davvero di sporcarlo così tanto? Abbigliamento da casa: un abito leggero che indosserai quelle sere in cui deciderai di non passeggiare per le vie del centro e preferirai goderti la tranquillità del tramonto in giardino. Abbigliamento da cena fuori: anche in questo caso deciderò di prendere pochi pezzi, poco sporchevoli (!!) e magari intercambiabili. Ad esempio una gonna lunga leggera che una sera posso abbinare ad una camicetta colorata e la sera successiva ad una t-shirt. Infine, un giubbino di jeans che sarà perfetto sempre nel caso ci fosse l’arietta fresca la sera.

 

5. Le scarpe: croce e delizia delle vacanze

Che vuoi che ti dica? Io avrò infradito di gomma per andare in spiaggia che sciacquerò ed utilizzerò anche in casa, sandali aperti comodi e di un colore neutro ed infine le mie immancabili converse bianche perfette sempre in ogni luogo! STOP

 

Quali sono gli accorgimenti che prendi per ridurre i tuoi bagagli? Dai, facciamo una bella lista da condividere per poter, finalmente, viaggiare leggere ma mai impreparate!

Buone vacanze

A presto, Miki

 

♥♥♥

Non perderti nessuna novità ed iscriviti alla mia newsletter, riceverai anche un magnifico planner per gestire tutto al meglio!

newsletter mammamiki

Arriva l’aeroplanino shop! Sei pronta per partire?

Era agosto, quando ricevetti un messaggio con una proposta di collaborazione da Deborah. Dopo aver riletto più volte il messaggio, non credevo ai miei occhi ed ho subito pensato “ma che figata pazzesca!“.

Ho creduto e ci credo molto in questo progetto che Deborah Croci, la travel designer, ha voluto creare assieme a me e con la collaborazione di Enrica Mannari, un’illustratrice che amo da impazzire.

E’ iniziato così il fiume di messaggi ed email che finalmente ci ha portato al lancio del progetto del mitico AEROPLANINO SHOP.

 

Ho creato per Deborah alcuni dei miei prodotti di punta utilizzando un tessuto in esclusiva per il nostro progetto, disegnato da Enrica e stampato per noi da The Colour Soup.

Siamo emozionate come scolarette al primo giorno di scuola nel presentanti le nostre creazioni!

Sul nuovo shop di Deborah (e solo li!!) potrai trovare tutti gli articoli che ho cucito per lei.

Rotolastuccio Mammamiki Aeroplanino shop

Continua a leggere

Il mio “sistema FURBO”: desperate housewives scansatevi proprio!

Designed by Freepik


Buongiorno!
nel mio ultimo post ti ho parlato di come io ami occupare il mio tempo libero e di come mi faccia stare bene fare, quello che a molti, pare essere un secondo lavoro. Se ti sei perso il post lo trovi qui.

In realtà, come ti spiegavo, non sempre riesco a fare tutto e ad organizzare i lavori di casa in modo perfetto, non sono di certo wonder woman!
Continua a leggere

Come faccio a fare tutto?

Designed by Jcomp / Freepik

 

Ritorno sul mio Blog a scrivere, dopo quanto? Troppo tempo. Un po’ mi spiace.

Eppure, sai, non si contano le volte in cui ispirata ho pensato “bello, su questo potrei scriverci un post!” senza poi, alla fine, a trovare il tempo (sempre più prezioso) per sedermi davanti allo schermo per farlo davvero..

Continua a leggere

Decluttering & Capsule Wardrobe


Sai già cosa sono o, come me, alla prima lettura ti sei chiesta di che diavolo stessi parlando?

Arriva un momento nella vita – che per me è coinciso con la nascita di Anna – in cui ti sembra che lo spazio ed il tempo che prima avevi a disposizione si sia limitato ai cinque minuti sotto la doccia, la sera prima di infilarti il pigiama!

Continua a leggere