Insospettabili risorse gratuite per il nostro Biz

MammaMiki Cosedaweekend san Valentino

Qualche giorno fa nel gruppo Facebook Oggi mi regalo si discuteva in modo esilarante delle reazioni che hanno i vari compagni/mariti/fidanzati al cospetto delle nostre creazioni.

In pratica tu credi di aver realizzato qualcosa di avvenieristico con la carta, che farebbe impallidire Renzo Piano, ed il massimo che ottieni da loro, a cui hai dato il grandissimo privilegio di vederne l’anteprima esclusiva, è un’indifferente scrollatina di spalle.

Ci ho riflettuto. Non è il caso di abbattersi, anzi, del resto, pensiamoci bene.. Chi reagisce allo stesso modo quando entriamo ed usciamo dal camerino del negozio indecise se acquistare un abito verde bosco o un abito verde muschio? Chi risponde nel 90% dei casi “Non saprei…” al 90% delle nostre domande? Ci siamo capite. Andiamo oltre.

Fortunatamente esistono altre risorse da cui attingere a profusione per ricevere un parere prezioso sul nostro operato e sul nostro Biz.

 

E no, non sto parlando della mamma che tornando a quel famoso 90%, se ha già ben chiaro cosa stiamo facendo, quando ci vede scattare foto in posizioni alla Spiderman, merita un applauso.

Le insospettabili risorse gratuite per il nostro Biz, secondo me, possono essere le amiche! Dai, guardiamoci intorno. Quante ne abbiamo? Loro sì che non aspettano altro di essere convocate. Se non altro perché in genere questi incontri avvengono sempre in una meravigliosa caffetteria che fa ottimi pasticcini.

Se stai già cercando il numero di telefono di una di loro,

aspetta…non tutte faranno al caso tuo.

 

MammaMiki Cosedaweekend san Valentino

Esempio 1 Federica.

Ha il cellulare più figo dell’universo ma lo utilizza ai minimi termini. Come mia madre. Chiama. Riceve. Manda Sms. Non sospetta minimamente dell’esistenza di una vita social. Facebook. Instagram. Linkedin. Tumblr. No, no, non ne ha idea. Non sospetta nulla nemmeno della mia doppia vita, sì insomma, che sono una sorta di Clark Kent e che dopo aver accompagnato Marco all’asilo mi metto in macchina e ne esco come passata dalla cabina telefonica, che sogno di conquistare il mondo con il mio brand e tutta quella manfrina lì. Non che non abbia provato ad accennarle la cosa, ma la sua faccia perplessa mi ricorda che va bene così e che in fondo con lei prendo i tè più rilassanti dell’universo, quelli veri, che non diventano freddi perché hai perso tre ore per trovare l’angolazione giusta per fotografarli.

Scusa, che stai facendo?
Chi io?
Non starai mica pensando di metterti a fare una foto adesso?
Ehm..no, guarda, lo bevo subito.

Ecco, prendi nota. Chiamare Federica per il tè. No biz.

 

Esempio 2 Alessia.

Mi adora. Comprerebbe da me anche tre matite dell’Ikea se gliele confezionassi in un foglio giallo senape con il suo nome scritto a mano sopra. Maddai! E’ stupedissimissimo!!!!! Lo hai fatto tu?!? Non ci credo!?!? Lei tifa per me come i nostri compagni/mariti/fidanzati per la loro squadra di cuore. Non vendi?
Nessuno condivide il tuo interessantissimo post? Ti hanno copiata spudoratamente?
Prendi quattro like sotto una foto? La colpa è dell’arbitro. Come si fa a non volerle bene?

Ecco, prendi nota. Chiamare Alessia quando ti senti giù come l’ultimo piano di un palazzo e senti il canto delle sirene del barattolo della Nutella. No biz.

 

Esempio 3 Francesca.

Hai analizzato il tuo target? Come sei messa con il planning? Non ci credo, non sei ancora su Etsy?! Ho capito, conti di far conoscere i tuoi prodotti porta a porta come la rappresentante del Folletto. Ottimo. Social quanto basta il suo progetto funziona ed inizia a darle le soddisfazioni per cui ha lavorato. Traduco? Lei vende.
E’ un mix di entusiasmo e senso pratico, cosa che a me magari manca un pochino, il senso pratico intendo. Sì, perché alla fine noi creative siamo tutte un pò così.
Ci perdiamo tra le nuvole e dietro alle idee e quando pensiamo al nostro biz al famoso 90% di cui sopra, ci immaginiamo a passare gran parte del tempo a cucire, sferruzzare, incollare, scrivere, dipingere. Ed invece c’è anche questo, ma non solo.

Gerarda, il tuo Biz è come una macchina.

Ha quattro ruote. Se ne girano solo tre, beh, non credo che riuscirai ad andare lontano.

 

Ecco, prendi nota. Chiamare Francesca quando ho la sensazione di aver bucato. Sarà il meccanico del tuo Biz.

Riepilogando

 

Mi confronto spesso con la mia personale “Francesca” per i prodotti delle linea di Cose da weekend. A lei ho presentato, qualche giorno fa, l’ultima arrivata, dedicata a San Valentino per l’occasione, ma che avrà un suo seguito anche dopo e con diversi temi.

MammaMiki Cosedaweekend san Valentino

E’ un kit handmade coordinato che può comprendere scatola, carta da regalo, biglietto o tag personalizzati.

 

Risponde all’esigenza di chi preferirebbe camminare sui carboni ardenti piuttosto che confezionare un pacchetto pur avendo gli occhi a cuore quando ne riceve uno che sembra uscito direttamente da Pinterest.

Con un pò di emozione la presento anche a te.

Che tu sia un pò Federica, o un pò Alessia o magari Francesca, aspetto di leggere nei commenti, cosa ne pensi.

Gerarda

MammaMiki Cosedaweekend san Valentino

 

Non perderti nessuna novità iscrivendoti alla mia newsletter, riceverai anche un magnifico planner per gestire tutto al meglio!

newsletter mammamiki

2 pensieri su “Insospettabili risorse gratuite per il nostro Biz

  1. Siete un vulcano di idee stupende, sono proprio fortunata ad avervi conosciute!!!
    E volevo dirvi che anche io ho delle amiche molto simili a quelle descritte!!!😉

    • Ciao! Grazie per averlo letto e commentato! Siamo felici anche noi, con i nostri alti e bassi stiamo facendo un buon lavoro di squadra e le amiche ci servono davvero tutte, comprese quelle con cui prendere tè e pasticcini😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.